I cookie sono importanti per il corretto funzionamento di un sito. Utilizziamo i cookie per migliorare la tua esperienza, garantire un accesso sicuro, raccogliere dati statistici per ottimizzare la funzionalità del sito.
Fai clic su Accetta e procedi per accettare i cookie ed entrare direttamente nel sito, oppure fai clic su Maggiori informazioni per visualizzare una descrizione dettagliata dei tipi di cookie.

LA DIFESA DEL POPOLO
29 LUGLIO 2012 STROPPARE DI POZZONOVO
Il parco faunistico Valcorba continua a crescere IMPARANDO DAGLI ANIMALI …..al parco faunistico Valcorba è stato abolito il vecchio concetto di zoo, inteso come mostra degli animali, vige l’idea del parco come strumento per educare e sensibilizzare al rispetto e alla conservazione della natura..... International Zoo News Vol. 59, No. 3 (2012), pp. 1-1 New Italian zoos and aquaria by Spartaco Gippoliti & Giuliano Russini ......) One of the most interesting of these new zoological parks is the Parco Faunistico Valcorba, near Padua. This park covers an area of about 20 hectares and opened in 2000. It is the result of Mr Andrea Mazzonetto’s own passion and hard work. There is a good selection of ABC species (common hippopotamus, common zebra, lion, Siberian tiger) and other much less common ones, such as bobcat (Lynx rufus), striped hyena, fennec, African civet (Civettictis civetta) and some interesting antelopes like the scimitar-horned oryx, blue wildebeest, Kafue lechwe, addax and sitatunga. Enclosures are generally spacious, well planted and the general atmosphere of the park is really enjoyable. As in most other zoos in Italy, there seems to be no overall concept plan concerning the location of different species

 

Alunni terremotati invitati al Valcorba POZZONOVO.
Il Mattino di Padova 27.05.2012
Probabilmente alle 4 di mattina domenica scorsa qualcuno di quei bambini stava sognando di poter vedere da vicino i nuovi cuccioli di lemuri, o gli ippopotami o le zebre. La scossa di terremoto, improvvisa quanto devastante, ha cancellato sogni e sorrisi, lasciando spazio a paure e ansie. Domenica 20 maggio quasi cento, tra bambini e genitori, dovevano far visita al Parco Faunistico Valcorba di Stroppare di Pozzonovo : erano i piccoli alunni della scuola materna Sacro Cuore di Finale Emilia, paese che è stato fra i più funestati dal terremoto. La gita è stata ovviamente annullata, ma ecco la sorpresa: il direttore del Parco, Andrea Mazzonetto, ha contattato la comitiva emiliana, invitandola nuovamente e annunciando di voler offrire a tutti e cento il biglietto di ingresso e la visita guidata. Ora i bimbi del Sacro Cuore non vanno a scuola da una settimana, e gran parte di loro vive in tendopoli. Sicuramente questo bel gesto di sen- sibilità offrirà a quei ragazzi un motivo per sorridere.

 

Nordest in viaggio
giugno 2012 nordesteuropa.it 63
Ville e un po’ d’Africa in giardino, tra i vasti campi di patata americana di Antonio Trentin
Su venti ettari di terra - totalmente ridisegnata a colpi di escavatrice, posa di blocchi di pietra e piantumazione di alberi - la passione di Andrea Mazzonetto, ha creato qui un habitat che cancella i vecchi concetti degli “zoo in gabbia”. Lui era cresciuto da figlio d’arte nel vecchio impianto del monte Lonzina sui Colli Euganei, ai tempi in cui gli animali si compravano più o meno clandestinamente in giro per il mondo e vivevano sul cemento in pochi metri quadrati. Il suo Parco faunistico Valcorba, invece, è un esteso giardino in cui una cinquantina di specie si muove in spazi ecologicamente equilibrati, tali da abbassare per forza l’eventuale allarme critico degli animalisti più feroci. Ci sono tutti o quasi gli ospiti d’obbligo: il leone e la leonessa, il leopardo e la pantera nera, la tigre, il canguro, il cammello, gli ippopotami, la triade dei corridori struzzoemù- nandù; e poi fenicotteri, cicogne, ibis, tartarughe, lemuri, antilopi, lama, istrici e via via passando per i continenti e gli ordini animali. Quando lo permetteranno gli scambi tra zoo di esemplari nati in cattività (come lo sono tutti, rigorosamente, quelli di Valcorba), arriverà anche la giraffa ad occupare il recinto che già la aspetta (www. parcovalcorba.it).

 
il Mattino di Padova 04.04.2012
Fiocco azzurro al “Valcorba”, è nato un piccolo lemure E' arrivata la cicogna al Parco Faunistico Valcorba, a Stroppare di Pozzonovo. E ha portato un cucciolo davvero speciale: un piccolo lemure
 
Il 4 marzo 2012 è nato un piccole di lemure al Parco Faunistico Valcorba

 


Qualche giorno fa, il 24 marzo, mamma lemure ha dato alla luce un cucciolo di lemure dalla coda ad anelli, il cui peso alla nascita era di .50 grammi Il piccolo gode di buona salute, attorniato dalla mamma e dai grandi lemuri che lo guardano a vista. Per i responsabili del parco, è una grande soddisfazione.«Questa nascita ci rende felici» dice Andrea Mazzonetto, dirigente del Parco «Questo è il nono lieto evento del genere che avviene nella nostra struttura». Nei prossimi giorni il piccolo lemure inizierà a camminare da solo, senza essere attaccato alla schiena della madre.